Home‎ > ‎poesia‎ > ‎

RESPIRO

pubblicato 26 mar 2014, 13:20 da Elvio Ceci   [ aggiornato in data 02 apr 2014, 00:14 ]

                                                                                   A mamma

                                              

Sono le tredici e trenta

e ancora sei sul letto.

 

Rivolta di spalle in posizione

fetale

per non sentirmi solo

t’abbraccio

i tuoi capelli soffocano il mio respiro.

 

T’abbraccio come fossi io una coperta un altro

ostile

utile per farti vivere un mondo in cui non

ci sono in cui

non ci sono contaminazioni. Un mondo

peluche

non può parlare. Tutto questo perché

i tuoi capelli soffocano il mio respiro.

 

E siamo qui ancora abbracciati con i fantasmi di ieri

miei modelli

aspetti che il mondo ti venga addosso. Le mie urla

mute

i segni invisibili perché sei di spalle

i tuoi capelli soffocano il  mio

respiro.

 

Mando giù tutti i momenti persi proposti

come un cinema

se solo siamo soli. Perché continuo a

respirare

mentre i tuoi capelli mi soffocano?

 

Stavolta mi hai lasciato solo anche mentre

facevamo l’amore

mentre tu eri in compagni dei ricordi

il fatto è che non importa quali e come siano

questi capelli

se lisci ricci biondi castani rossi

neri

non fa differenza

i tuoi capelli soffocano il mio respiro.



Comments