Home‎ > ‎ComiCronache‎ > ‎

Sentiment del Tempo n. 38 - Omicidio condiviso

pubblicato 16 set 2016, 09:11 da Elvio Ceci   [ aggiornato in data 16 set 2016, 09:13 ]


Anche io ho risposto alla domanda;

anche io ne ho riso subito dopo;

anche io contribuii alla propaganda

del video, senza un reale scopo.

Un video che, attraverso una ghirlanda

di rimbalzi, tra sms e gruppi a uopo,

ha cambiato un momento di Narciso

in uno stupito e umiliante riso.


C'è qualcosa nel diffonderlo all'improvviso

che, già allora, qualcuno diceva

di strano: non è certo il primo viso

in un porno che nei cellulari si vedeva...

E allora perché quello fu così deriso?

Ogni sguardo che in te si rifletteva

era diventato una siete di rovi;

rendendo buoi ogni posto in cui ti ritrovi.


E cerchi ovunque degli asettici covi

contro ciascuna occhiata che ti denuda:

come punteruolo arriva dove ti trovi

e sei costretta a gridar con voce cruda.

Vedi sussurrare; e l'imbarazzo che provi

è un brivido freddo sulla pelle che suda.

Ogni amore, ora, sarà dubitante:

esisti in mille file; e tu sei distante.


Hai provato a fuggir come migrante

verso un altro Stato che non ti conosceva.

Hai provato a cambiare il nome pesante

che la tua identità ormai racchiudeva.

Nessuno di noi ebbe un insegnate

di etica per capire cosa condivideva.

Questo non ci giustifichi il cuor in petto;

ma ci leghi al collo quel tuo fazzoletto.


Comments