Home‎ > ‎ComiCronache‎ > ‎

Sentiment del Tempo n.37 - Difendiamo i Raggi delle Stelle!

pubblicato 08 set 2016, 14:09 da Elvio Ceci   [ aggiornato in data 08 set 2016, 14:09 ]

E tutta Roma votò “Raggi”:

se ne vadano i vecchi paggi

della politica. Ora solo i saggi

giovani devono lavorare.


Tutta l'Atac l'abbiam recuperata;

l'immondizia è stata spronata,

ed è da poco che Roma è conquistata.

E si continua a lavorare.


“Dopo le tristi vicende del Campidoglio”

arrivano i M5S con il loro cordoglio;

ma capiscono che con l'erba-voglio

non si può facilmente lavorare.

Ed ecco una piccola macchia

di immondizia che il PM ammucchia

intorno alla sindaca-cornacchia:

ma lei non gracchia e va a lavorare.


Bilanciata e trasparente è la Muraro;

che onestamente mi sembra un pallonaro

e con retorica copre bene il caso raro

della tangente usata per lavorare.


La Muraro volle cambiare Fortini:

tanto qui sono tutti dei cretini

e nessuno sa che questo cambio è per i soldini.

Con Fortini non si poteva più lavorare.


Dimissioni, dimissioni e dimissioni.

Ma Di Maio non conosce queste situazioni?

No. Era intasato dai numerosi Feed, a milioni,

del Blog di Beppe: non riesce a lavorare.

                                        

E il Direttorio, il mini-Direttorio e Grillo?

Er capoccia nelle interviste sembra brillo,

non capendo ancora se dare uno strillo

come per Pizzarotti o lasciarla lavorare.


Ma il proprietario dei grillini

prese tutti i suoi bei soldatini

che tiene stretto per i quattrini

e li mette tutti energici a gridare:


“Difendiamo la Raggi in tutti i laghi

e tutti i mari”. Ma da chi? Da chi?

Dalla legge? Dal direttorio? Dai roghi

dei cittadini che l'hanno scelta per lavorare?


Difendiamo il M5S solo da loro stessi:

inesperti che fanno figura di fessi,

con ipocrite maschere, da oggi nei cessi.

E intanto la Raggi è lì ancora a lavorare.



Comments