Home‎ > ‎ComiCronache‎ > ‎

Sentiment del Tempo n. 33 – Tu-m(u)ori

pubblicato 03 apr 2016, 14:55 da Elvio Ceci


Gira, la ruota va;

con la goccia d’ebano che danza.

 

Cresce in velocità

il moto rivoluzionario

tra il nero-mortalità

e il rosso bancario.

Non c’è abilità

non c’è avversario,

che blocchi il detonatore

della casualità del tumore.

 

Gira, la ruota va;

con la goccia d’ebano che danza.

 

Ticchetta irregolare

la pallina bianca,

segna-tempo circolare

d’una malattia stanca.

Si vede gonfiare

il corpo, come la bianca

montagna di fiches puntate

da metastasi spuntate.

 

Gira, la ruota va;

con la goccia d’ebano che danza.

 

Finché il verde

diventa la casella

in cui la vita sperde

i ricordi; e cesella

il vuoto che si sperde

all'incancrenirsi delle budella.

Senza un nostro giudizio,

siamo costretti a un riinizio.

 

Gira, la ruota va;

con la goccia d’ebano che danza.

 

Mille roulette ruotano

nuove ogni anno;

a mille persone disegnano

un tumore come un panno.

Alcuni di loro insegnano,

costruiscono o fanno

gruppi elettrogeni che illuminano.

La mia pallina costeggia raso

raso, lo spazio dato dal caso. 

Comments